Come si fa ad essere una mamma?

Come si fa ad essere una mamma?

Una figura di riferimento per tutti, dal figlio, al marito, alle altre donne. Una che fa tutto, una che è sempre presente… abbiamo un concetto di madre come una divinità in grado di fare tutto.

Abbiamo tutti delle grandi aspettative nei confronti delle nostre mamme, tutti ne hanno avute da piccoli. Tutti guardavamo con occhi brillanti pieni di orgoglio la nostra mamma in qualsiasi cosa. Vedevamo come si destreggiava in cucina a prepararci i nostri piatti preferiti, osservavamo come attenta sceglieva la spesa e ci ricuciva il pantalone strappato. Vedevamo nei suoi occhi tutto l’amore del mondo che era rivolto solo a noi, piccoli bimbi pieni di dubbi. Ogni paura svaniva quando c’era la mamma, ogni dubbio risolto, ogni pianto consolato.

Mia madre, per esempio e molto modestamente, diceva: La mamma ha sempre ragione.

Mamma sa.

Mamma ti capisce.

Mamma ti ama.

Una volta, la donna riceveva un’educazione esclusivamente diretta per diventare madre. Non poteva essere altro, quindi le insegnavano le arti segrete della cura della casa, della cucina, dei figli. Una donna veniva cresciuta solo per quel ruolo lì, non poteva fare altro che fare quello. Che poteva fare di più un essere debole come lei?

I tempi fortunatamente sono cambiati, almeno per quanto riguarda i paesi occidentali. Ci sono mamme che lavorano e donne che decidono di non avere figli. Ognuna è libera di scegliere come vivere la propria esistenza, anche se verranno sempre giudicate in quanto donne. Su questo c’è ancora molto da fare…

Io sono diventata mamma nel marzo del 2015. Lo sono diventata tecnicamente, perchè non è scontato che subito dopo il parto automaticamente acquisisci quell’istinto materno che tanto decantano e lodano. Ti bombardano di concetti belli e impacchettati sull’essere madre, su quanto è naturale sia crescere il proprio figlio con amore e dedizione… ma nessuno osa dirti la dura verità.

Essere madre è come l’essere figlio: si cresce insieme.

Come il bimbo impara, anche la mamma lo fa. Si impara insieme, si cresce insieme, nella speranza di faro bene. E quando lo diventiamo, abbiamo solo un riferimento con cui fare paragone: la propria mamma.

La propria mamma, per contro, ha avuto un upgrade, passando da mamma a nonna. E quella madre che conoscevi severa e auritaria, si trasforma davanti ai tuoi occhi alla nonna che concede qualsiasi cosa. Un’altra persona in pratica. Quindi, l’esempio che avevi, o meglio che ricordavi, non è più valido, e bisogna farcela da sole, seguento però quello che sappiamo di nostra madre.

Ci mettiamo però molto del nostro, della nostra esperienza di figlie, di come vorremmo fosse stata nostra madre con noi… e si sbaglia, si sbaglierà tante volte. E diranno che stai facendo male, stai facendo bene… secondo me l’importante è riconoscere di sbagliare e di fare il meglio per loro, quei pargoletti che ci guardano con occhi innamorati. E fare il meglio anche per noi, perchè noi mamme dobbiamo prima di tutto essere serene. Se noi siamo serene, il bimbo è sereno, la famiglia è serena. Abbiamo un grosso peso sulle spalle, e spesso questa cosa ci spaventa, ci deprime, ci intristiamo… e a volte non riusciamo a fare tutto da sole. Dobbiamo imparare a chiedere aiuto, ad affidarci di più delle nonne, ma anche dei papà, dei nonni e anche degli amici, se necessario.

I ruoli famigliari si stanno evolvendo, stanno crescendo. Non esiste più una mamma, una matrona che ti protegge… esiste (o dovrebbe esistere) una comunità. E tanto amore, perchè solo con l’affetto cerchiamo di insegnar loro ad essere persone migliori di noi.

E quindi… come si diventa mamma, adesso?

Con gli sbagli, con i sorrisi e con amore.

Mi dispiace, altro non so… mi baso sulla mia esperienza, e sto provando con queste tre cose… speriamo bene! 🙂

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito potrebbe utilizzare cookies di terze parti per migliorare la navigazione del sito. Continuando la navigazione in questo sito, si acconsente all’uso di tali cookies.
In alternativa è possibile rifiutare tutti i cookies cambiando le impostazioni del proprio browser, oppure uscire dal sito. Clicca su ESCI per abbandonare.
Per maggiori informazioni clicca QUI.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: